Effervescienza n°91 - Medical Medium

Medical Medium

Non sono un medico, non ho una formazione scientifica, ma posso spiegarti cose sulla tua salute che nessun altro può spiegarti. Posso darti chiarimenti su malattie croniche e misteriose che spesso i medici diagnosticano in modo errato o curano in modo sbagliato.

Da quand’ero piccolo aiuto le persone a guarire…

Chi scrive queste parole è Anthony William, una persona totalmente sconosciuta alla maggior parte delle persone qui in Italia, mentre negli States è assai noto soprattutto nell’alveo di personaggi famosi, attori, cantanti, ecc. (come l’attrice Gwyneth Paltrow, la top model Naomi Campbell e molti altri).

Vip a parte la sua interessante storia merita di essere raccontata, anche perché le soluzioni terapeutiche che egli propone per patologie incurabili sono molto intriganti e assolutamente fattibili.

Medical Medium

Tutto inizia alla tenera età di 4 anni, quando una domenica mattina al suo risveglio Anthony sente una voce che gli parla all’orecchio destro. Non la sensazione di una voce interiore ma una voce che proviene dall’esterno.

Ovviamente il bambino viene preso dal panico perché nella stanza non c’è anima viva, come pure fuori dalla finestra. Non ne parla con nessuno, ma ha la netta sensazione di essere osservato costantemente…

Quella stessa sera a tavola con i genitori e la nonna, Anthony guidato da una forza esteriore prende la mano e la appoggia sul petto della nonna dicendo delle parole che non poteva conoscere: “cancro ai polmoni”.

La nonna ha il cancro ai polmoni!” è la frase che ripete deciso. Lo scompiglio in casa è pressoché scontato soprattutto da parte della povera vecchia, la quale, preoccupata per le parole del nipotino va a fare gli esami. Scontato dire che gli accertamenti confermano la diagnosi.

Da quella mattina fino ad oggi Anthony è accompagnato da una voce forte e chiara che a volte sembra di un’ottantenne e a volte sembra avere migliaia di anni. Una voce che giunge da fuori e gli parla all’orecchio destro come se fosse di fianco a lui.

A prescindere da dove Anthony va e dove si trova, quel compagno invisibile di viaggio gli parla dei dolori, dei disturbi e delle malattie di qualunque persona incontri.

Mentre tutti gli altri ragazzini corrono in bicicletta, giocano a pallone e si divertono, Anthony vede suo malgrado le malattie delle persone, di tutte le persone.

Purtroppo per lui non solo in carne e ossa, perché quando guarda la tv vede la condizione di salute pure di coloro che appaiono sullo schermo, cinema compreso.

Ha provato più volte a fuggire da questa condizione di totale alienazione per un adolescente, ma il tutto inutilmente. Il “dono” non vuole mollarlo.

All’età di circa 20 anni Anthony inizia allora ad impegnarsi seriamente in quello che l’entità gli ha detto essere il suo destino: aiutare le persone malate a scoprire la vera causa delle loro malattie.

Da allora il soprannominato Medical Medium ha aiutato oltre 25.000 persone di qualsiasi ceto sociale e per qualsiasi patologia, anche e soprattutto quelle incurabili per la medicina.

Quando guarda una persona, lo Spirito crea una specie di luce bianca molto intensa che gli permette di vedere letteralmente all’interno del corpo. Vede non solo la condizione interiore organica, quindi fisica, ma anche la componente del cuore, dell’anima e dello spirito.

Una lettura completa richiede circa 3 minuti ma poi deve dedicarne da 10 a 30 per spiegare la diagnosi e poi indicare cosa fare di concreto.

La verità sulla malattia e l’epidemia nascosta…

Secondo l’entità che parla ad Anthony il virus Epstein-Barr (EBV) sarebbe la causa di numerosi problemi di salute (per non dire tutti) considerati malattie incurabili (cronico-degenerative, fibromialgia, sindrome della stanchezza cronica, patologie autoimmuni, sclerosi, artrite reumatoide, diabete, ecc.).

Il virus Epstein-Barr è un virus della famiglia degli herpesvirus ed è diffuso ovunque sulla superficie terrestre a tal punto da aver prodotto una vera e propria epidemia occulta. Solo negli Stati Uniti su 320 milioni di persone, circa 225 milioni hanno contratto una qualche forma di questo virus.

Il virus è stato scoperto nel 1964 ma la sua diffusione inizia almeno mezzo secolo prima, agli inizi del Novecento. Le prime versioni del virus (ancora esistenti) agiscono con relativa lentezza ma non sono nocive.

Nel corso dei decenni però il virus si è evoluto e modificato, generazione dopo generazione, diventando sempre più minaccioso.

Oggi di norma le persone affette dal virus convivono con esso fino alla fine dei loro giorni.

Quando entra nell’organismo l’Epstein-Barr attraversa una fase latente, in cui scorre nel sangue senza fare niente oltre a replicarsi. Nel momento in cui l’organismo attraversa un mutamento ormonale (stress, pubertà, gravidanza, menopausa, affaticamento estremo, traumi, ecc.) il virus entra in azione. Non sfrutta la debolezza psichica e organica, ma il fiume di ormoni sono il fattore scatenante. Questo è il primo stadio.

Alla fine di questo stadio il virus è pronto per attaccare ed è qui che si trasforma in mononucleosi (secondo stadio).

Ora il sistema immunitario dichiara guerra e invia cellule identificatrici con il compito di etichettare le cellule del virus, per esempio posizionando un ormone su di loro e contrassegnandolo come un invasore. Poi arriva l’esercito.

In questo stadio il virus cerca una casa permanente e si nasconde in un organo (fegato, milza, ecc.) spesso intossicato da metalli come mercurio e da altre tossine. Grazie a questi veleni il virus prolifera.

Uno dei segreti del EBV è che ha un batterio per amico: lo streptococco. Questo non a caso è il principale cofattore del virus Epstein.

Una volta stanziatosi in un organo vi si annida e in questa terza fase un esame del sangue non lo riscontrerà, se non qualche anticorpo che viene interpretato come una infezione passata. Ma così non è, il virus è sempre più all’interno dell’organismo e sfugge alle analisi.

In questi organi il virus può rimanere per decenni senza che nessuno lo sappia.

I veleni del virus

L’EBV secerne materiali di scarto tossici o sottoprodotti virali. Più esso si moltiplica e più questi prodotti aumentano.

Quando una cellula del virus muore e questo succede spesso visto che hanno un ciclo vitale di 6 settimane, i suoi resti sono di per sé tossici e dunque continuano ad avvelenare il corpo.

Infine i veleni che il virus produce hanno la capacità di generare una neurotossina, un veleno che disturba le funzioni nervose e confonde il sistema immunitario.

Quando infatti il virus è pronto per sferrare l’attacco finale, comincia a secernere la neurotossina…

Il quarto e ultimo stadio è quello di infiammare il sistema nervoso centrale.

A questo punto il virus abbandona gli organi per puntare al sistema nervoso. I nervi lesionati scatenano un ormone per avvertire il corpo, ma questi ormoni vengono intercettati dal virus stesso.

Un nervo è simile a un filamento ricoperto da una guaina mielinica con piccoli peli radicali. Quando il nervo è lesionato, questi peli si aprono ai lati della guaina che lo racchiude: il virus aspetta che si aprano questi varchi per aggredire direttamente il nervo.

Questo scatena dolori muscolari, dolori articolari, formicolii, emicrania, stanchezza, vertigini, insonnia, lupus eritematoso, ecc.

I pazienti affetti da questi sintomi si sentono poi diagnosticare le patologie più diverse: fibromialgia, artrite reumatoide, sclerosi multipla, leucemia, meningite, tiroidite, sindrome da stanchezza cronica, ecc.

Siccome esistono oltre 60 varietà diverse del virus Epstein-Barr le sintomatologie scatenate possono essere numerosissime.

La buona notizia è che secondo Anthony William si può tranquillamente guarire da questa infezione virale. E’ possibile ripristinare il sistema immunitario, liberarsi dal virus, rinvigorire il corpo e tutto ciò in modo naturale. La durata del processo di guarigione varia da persona a persona; anche se alcuni sconfiggono il virus in pochi mesi, la maggior parte impiega anche un anno.

Alimenti terapeutici

Alcuni vegetali sono in grado di aiutare il corpo a liberarsi dal virus Epstein-Barr.

Mirtilli selvatici: aiutano a ripristinare il sistema nervoso centrale e a espellere le neurotossine. Sedano: rafforza la produzione di acido cloridrico e fornisce minerali al Sistema Nervoso Centrale (SNC). Germogli: hanno un alto contenuto di zinco e selenio e rafforzano le difese del sistema immunitario contro il virus. Asparagi: depurano il fegato e la bile, rafforzano il pancreas. Spinaci: creano un ambiente alcalino. Coriandolo: facilita l’eliminazione dei metalli pesanti (mercurio e piombo). Prezzemolo: facilita l’eliminazione di rame e alluminio. Olio di cocco: è un potente antivirale e funge da antiinfiammatorio. Aglio: antivirale, antibatterico e protegge contro i virus. Zenzero: aiuta ad assimilare gli alimenti. Lampone: è ricchissimo di antiossidanti che servono a rimuovere i radicali liberi. Papaia: ristabilisce il sistema nervoso centrale, rafforza e ricostruisce l’acido cloridrico nel fegato. Melagrana: aiuta a disintossicare e a depurare il sangue e il sistema linfatico. Pompelmo: ricco di calcio e bioflavonoidi che supportano il sistema immunitario. Patate dolci (batate): aiutano a depurare e disintossicare il fegato dalle tossine dei virus. Cetrioli: rafforzano i reni e le ghiandole surrenali. Finocchio: ha forti proprietà antivirali. Cavolo riccio: ha un alto contenuto di alcaloidi che proteggono dai virus.

Erbe terapeutiche

Le seguenti piante ed integratori possono rafforzare il sistema immunitario e aiutare il corpo a guarire dagli effetti del virus.

Argento colloidale: attenua il carico virale. Bacche di sambuco: esercitano un’azione antivirale, rafforzano il sistema immunitario. Zinco: rafforza il sistema immunitario e protegge la tiroide dalle infiammazioni del EBV. Vitamina B12: rafforza il SNC (sistema nervoso centrale). Radice di liquirizia: riduce la proliferazione del virus. Selenio: rafforza e protegge il SNC. Alga Dulse: è un potente antivirale che rimuove i metalli pesanti. Lisina: è un potente antivirale e agisce come antinfiammatorio sul SNC. Spirulina: ricostruisce il SNC ed elimina i metalli pesanti. Ortica: fornisce preziosi elementi al cervello, al sangue e al SNC. Anice stellato: esercita un’azione antivirale. Curcumina: aiuta a rafforzare il sistema endocrino e il SNC. Trifoglio rosso: depura il fegato, il sistema linfatico e la bile dalle neurotossine.

Conclusione

Il libro è molto interessante ed è stato suddiviso in capitoli ognuno dedicato ad una patologia incurabile, con il corrispondente elenco dei rimedi naturali consigliati.

La postfazione è centrata sulla terribile mancanza di fede nel pianeta Terra. E questa mancanza è solo in parte il motivo per cui le cose vanno male.

Se infatti una persona non crede al Bene che esiste nel mondo, può avere comportamenti sconsiderati e scorretti, che possono avere ripercussioni negative sugli altri e su se stessi.

Chi è senza fede procede con gli occhi tecnicamente aperti ma ciechi, perché non vede le mani amorevoli di Dio e dell’universo che si tendono verso di lui per aiutarlo.

A parte il discorso della fede, che tocca l’intimità e la spiritualità di ogni persona e nel quale per ovvi motivi non è possibile entrare in questa sede, le spiegazioni dettagliate dell’eziologia delle più gravi malattie che stanno falcidiando la società moderna meritano tutta la nostra attenzione.

Forse tale visione risulta essere troppo semplice e semplicistica per la nostra mente razionale? Forse ci sono altre cause a monte delle malattie incurabili?

Tutto può essere, ma dato che la medicina allopatica brancola nel buio più totale, e nella maggior parte dei casi le cure ufficiali sono più pericolose della malattia stessa; visto che i rimedi consigliati sono tutti naturali, di facile reperibilità, perché non provare?

D’altronde i risultati vantati dal Medical Medium su decine di migliaia di persone non lasciano spazio a molti dubbi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *