Tutti gli articoli di Marcello Pamio

MEDICINA VACCINI & RELIGIONI

Vaccini e Religioni

In ambito vaccinale cosa dicono la chiesa cattolica, l’islam, il giudaismo e i testimoni di Geova? Il discorso è assai interessante visto che la produzione dei vaccini pediatrici contempla l’utilizzo di cellule di feti abortiti, gelatina di pelle di maiale, derivati del latte e sangue bovino…

Cosa contengono i vaccini

Tralasciamo volutamente gli adiuvanti (sali di alluminio, mercurio, formaldeide, antibiotici, ecc.) contenuti nei vaccini i cui effetti neurotossici sono noti da tempo, per occuparci esclusivamente degli aspetti morali di alcune sostanze contenute in questi farmaci speciali.

Non tutti i cattolici, ebrei e musulmani sanno che nella produzione della maggior parte dei vaccini vengono utilizzati terreni di coltura cellulari umani e animali (WI-38, MRC-5 e VERO). Continue reading

vaccini & dittatura sanitaria

Vaccini & Dittatura Sanitaria

Hanno vinto le corporazioni, le case farmaceutiche e le industrie.

Hanno perduto le famiglie, i bambini, il buon senso, la scienza vera e la Libertà!

Mercoledì 7 giugno dopo la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il decreto sull’obbligo vaccinale è stato scritto in Gazzetta Ufficiale. Un decreto che rasenta la follia, fatto passare alla velocità della luce, in un paese in cui le leggi hanno di solito un iter molto più lungo.

Tre sono i ministri che assieme alle lobbies hanno lavorato per un simile vergognoso attentato alla salute pubblica: Beatrice Lorenzin, Valeria Fedeli e Maria Elena Boschi.

Continue reading

Effervescienza 98, giugno 2017 - Acidosi & cancro

Acidosi & Cancro

La scienza progredisce non tanto perché gli scienziati cambiano le loro idee ma perché  coloro che bloccano il progresso, perché sostenitori di tesi sbagliate, muoiono per lasciar il posto ad altri

Paul Ehrlich, Premio Nobel e fondatore della chemioterapia

Conoscevo il lavoro del dottor Stefano Fais per via della prefazione dell’amico Maurizio Blondet al mio libro Cancro Spa . Ora scopro che Fais ha scritto assieme a Rocco Palmisano il libro L’approccio antiacido per la prevenzione e cura delle malattie.

Ma di chi stiamo parlando? Stefano Fais è un medico specializzato in gastroenterologia e patologia generale, già delegato nazionale dello IARC (l’Agenzia internazionale per la Ricerca sul Cancro) di Lione e attualmente Direttore del Reparto Farmaci Antitumorali dell’Istituto Superiore di Sanità.

Quindi un medico il cui curriculum è ineccepibile; nonostante questo il dottor Fais sta portando avanti da anni studi memorabili che vanno ben aldilà dell’attuale paradigma. Ma andiamo per ordine… Continue reading

Effervescienza maggio 2017 - Fake news

Fake News – La censura perfetta!

Da almeno 15 anni la mannaia della censura viene ogni tanto tirata fuori dai vari governi e fatta oscillare nell’aria. Il tutto senza apparenti risultati.

Oggi purtroppo la sensazione è che le cose stiano cambiando e accelerando.

Poche settimane fà una proposta in Senato farebbe concretizzare il più grande timore per i diritti e le libertà: il Grande Fratello di stampo orwelliano.

Prima però è bene sapere che la Commissione Europea – lo strumento nelle mani dei potentati economici internazionali – è stato il primo organismo a incitare alla “lotta contro le fake news”, cioè contro le notizie false.

Il tutto è iniziato con la guerra contro l’incitamento all’odio su internet sfociata successivamente nel maggio 2016 in un codice di condotta concordato fra la Commissione e le grandi società mediatiche tipo Youtube e Twitter. Questo era solo l’inizio…

Continue reading

Micro-calcificazioni al seno e creazione di malati - Effervescienza n.96

Micro-calcificazioni al seno e creazione di malati

Non più morte, non più sofferenza a causa del cancro entro dieci anni.
Ora siamo sicuri che entro il 2015 il cancro diventerà una malattia cronica.
Andrew Von Eschenbach, direttore del National Cancer Institute

Aveva le idee molto chiare Von Eschenbach, il dodicesimo direttore del National Cancer Institute.

Il cancro è il business per eccellenza: non esiste attualmente area terapeutica che possa competere.

L’Industria della malattia ne è ben consapevole e sta facendo di tutto per mantenere tale triste primato allargando il più possibile il mercato, rendendolo endemico nella popolazione e soprattutto cronico.

Continue reading

Effervescienza n° 95 Storia occultata della chemio - sovradiagnosi

Storia occultata della chemio

Ogni anno in Italia 363.300 persone ricevono una diagnosi di cancro, sono esclusi i carcinomi della pelle. Ogni anno sempre in Italia oltre 170.000 persone soccombono alla malattia.

Questi numeri però non devono essere interpretati e tradotti come la percentuale di mortalità del cancro, perché si verrebbe fuorviati. Se 360.000 persone scoprono il tumore e 170.000 muoiono non significa che il cancro ha una mortalità del 50% (170.000 su 360.000 = 47%), perché non è così: la mortalità purtroppo è molto più alta!

Va infatti precisato che la stragrande maggioranza di quei 360.000 tumori che ogni anno vengono scoperti non sono cancri fulminanti ma sono sovradiagnosi, cioè tumori innocui, incistati (in situ) che non creano nessun problema e nessun rischio per la vita della persona. Ma una volta scoperti – grazie agli screening – vengono catalogati come tumori e spesso curati come tali, facendo lievitare le statistiche di incidenza da una parte, i danni dall’altra.

Continue reading

effervescienza93 oscillazioni cellulari george lakhvoski

Oscillazioni cellulari

Nonostante sia completamente sconosciuto alla maggior parte delle persone, le sue intuizioni e le sue scoperte continuano a distanza di oltre 70 anni a circolare e a far discutere.

L’ ingegnere e biologo russo George Lakhovski (1869-1942) è stato indubbiamente un genio e come spesso accade alle personalità troppo evolute rispetto ai loro tempi, fu boicottato e lentamente cancellato dalla storia, al punto che Wikipedia (il dizionario elettronico gestito dall’ intelligence statunitense), lo definisce uno “pseudoscienziato”.

Forse è proprio per il fatto di essere tacciato di ciarlataneria dal Sistema che le sue intuizioni e le sue ricerche risultano molto interessanti e andrebbero conosciute e soprattutto applicate…

L’intento di questo articolo è di colmare questo vuoto. Continue reading

Effervescienza dicembre 2016

Max Bircher aveva ragione

Lugano – In primavera c’è un’innata propensione, una sentita esigenza di rinnovare il
proprio organismo, il desiderio di sole, aria, passeggiate e cibi freschi. In poche parole di salute, di benessere psicofisico. Non a caso le fiere del benessere si susseguono all’inizio della bella stagione in ogni dove. Un tempo, le Alpi svizzere erano il “paradiso della salute internazionale”. Terme, sanatori, cliniche erano situate in magnifiche località dove attingere tanta aria e acqua purissime. Gli stranieri amavano soggiornare tra la Svizzera interna e il Canton Ticino semplicemente per rigenerarsi oppure per curare le loro patologie, tanto che la Svizzera, a cavallo tra Ottocento e Novecento, era definita il “sanatorio d’Europa” per il corpo e l’anima. In questo scenario si muoveva un nostro connazionale assurto alla gloria nell’ambito della medicina alternativa e oggi citato e riproposto a livello mondiale, il medico zurighese Max Bircher Benner (1867 Aarau – 1939 Zurigo).

Considerato tra i più grandi terapisti mondiali di tutti i tempi, il dr. Bircher Benner (Benner è il cognome della moglie che egli aggiunse al suo), venne sminuito e ridicolizzato dai suoi colleghi: aveva idee semplici e chiare su come evitare o curare le malattie, ma troppo avanzate per poter essere digerite dai medici di allora (ma anche di oggi). Idee basate su stile di vita e alimentazione improntate alla salubrità. Idee che, nonostante le controversie con gli accademici tradizionalisti, gli valsero il riconoscimento di illustri personaggi affetti dai più svariati mali e da lui guariti. Ospiti del suo Sanatorio furono personalità come gli zar di Russia, i membri di famiglie reali europee, Hermann Hesse, Rainer Maria Rilke, Sir Stafford Cripps (Ministro di Affari Esteri di Churchill), Golda Meir e Thomas Mann. Secondo lui, non alle pillole occorre rivolgersi, ma a corretti comportamenti se si vuole preservare la propria salute. Famoso in tutto il mondo è il suo birchermuesli, un piatto a base di avena e frutta fresca. Continue reading

Effervescienza n°91 - Medical Medium

Medical Medium

Non sono un medico, non ho una formazione scientifica, ma posso spiegarti cose sulla tua salute che nessun altro può spiegarti. Posso darti chiarimenti su malattie croniche e misteriose che spesso i medici diagnosticano in modo errato o curano in modo sbagliato.

Da quand’ero piccolo aiuto le persone a guarire…

Chi scrive queste parole è Anthony William, una persona totalmente sconosciuta alla maggior parte delle persone qui in Italia, mentre negli States è assai noto soprattutto nell’alveo di personaggi famosi, attori, cantanti, ecc. (come l’attrice Gwyneth Paltrow, la top model Naomi Campbell e molti altri).

Vip a parte la sua interessante storia merita di essere raccontata, anche perché le soluzioni terapeutiche che egli propone per patologie incurabili sono molto intriganti e assolutamente fattibili. Continue reading

Medicine letali effervescienza n.89

Medicine letali & Crimine organizzato

Le aziende farmaceutiche non meritano più la nostra fiducia
per la loro arroganza e per il loro palese disinteresse
per la salute della popolazione”

Drummond Rennie, vicepresidente del JAMA

L’ultimo libro del dottor Peter C. Gøtzsche, “Medicine letali e crimine organizzato” è inquietante.

Se non fosse stato scritto da uno scienziato di fama internazionale il cui curriculum professionale è inossidabile verrebbe da non crederci.

Continue reading