Archivi categoria: Costume & società

dossier-greta-i-giovani-e-il-futuro-sito

Da Greta all’ambietalismo malthusiano

Greta e l’ambientalismo malthusiano
Da mesi i media mainstream hanno acceso e puntato i riflettori su una sconosciuta ragazzina svedese, spuntata letteralmente dal nulla.

Nessuno l’aveva mai vista. Di punto in bianco, esce dal cilindro, viene invitata a parlare al vertice sul clima delle Nazioni Unite e poi al Forum di Davos, oggi addirittura è stata candidata al Premio Nobel.

Tutte cose normali per una qualsiasi ragazza di 16 anni, vero? Continue reading

Effervescienza 120 - Pericoli in rete

Pericoli in rete

Internet è strumento molto importante e utile, se usato correttamente. Quando però lo strumento da mezzo diventa il fine, allora gli effetti collaterali possono essere allucinanti.

I principali rischi per gli internauti, per così dire non “scafati”, vanno dal cyberbullismo all’adescamento on-line, alla pornografia e pedopornografia, alla dipendenza vera e propria da internet, ai messaggi a sfondo sessuale (sexting), a quelli offensivi e minacciosi, alle richieste di sesso online. Per non parlare di tutto il mondo delle fake news, o della privacy che letteralmente sparisce quando ci colleghiamo alla rete con un computer… Continue reading

Rivoluzione industriale 4.0 Microchip per tutti! - Effervescienza 119 maggio 2019

Rivoluzione industriale 4.0 Microchip per tutti!

Il 21 settembre 2016 il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, attraverso l’azione e le iniziative promozionali diffuse dal Ministero dello Sviluppo Economico gestito dal piddino Carlo Calenda, ha dato il là a “Industria 4.0”, meglio noto come “Piano Nazionale Industria 4.0” stanziando 13 miliardi di euro per supportare la quarta rivoluzione industriale che porterà le aziende italiane a digitalizzare e robotizzare i processi produttivi.

L’anno seguente il “Piano nazionale Industria 4.0” diventa “Impresa 4.0”.

Continue reading

Le neuroscienze riabilitano Hamer? - Effervescienza 118 Aprile 2018

PTSD: Le neuroscienze riabilitano Hammer?

I risultati di una recente ricerca italiana pubblicata l’8 gennaio 2019 sul “Journal of Neuroscience Research” (J Neuro Res. 2019;1-11) sono estremamente interessanti e confermano in pieno (anche se nessuno lo dice) le “Leggi biologiche” codificate dal compianto dottor G. R. Hamer.

Oggi è pura eresia nominare pubblicamente il medico, e infatti chi ha il coraggio di parlare delle scoperte rivoluzionarie del medico e teologo tedesco, finisce per essere messo alla gogna mediatica e se è un medico, radiato…

Lo studio ha preso in esame 84 persone alle quali è stato diagnosticato il PTSD, cioè il Disturbo Post-Traumatico da Stress.

Continue reading

Effervescienza n° 116 Uccide più la paura della malattia

La paura uccide piu’ della malattia

Se non capiamo le immagini dell’inconscio o rifiutiamo la responsabilità morale che abbiamo nei loro confronti vivremo una vita dolorosa» C.G. Jung

La paura è una emozione importantissima che ci avverte di un pericolo.

In Natura la sua funzione è basilare perché, avvertendoci di una situazione rischiosa dà l’opportunità per sopravvivere.

Agli animali però, una volta superato il pericolo, dopo aver lottato o essere fuggiti, la paura non serve più, nell’uomo invece avviene qualcosa di paradossale. L’uomo infatti respira e trasuda paura da ogni mitocondrio cellulare 24 ore su 24.

I “pericoli” non sono le belve feroci della foresta ma semplici pensieri originati dal cervello: paura dei virus, delle malattie, anche la semplice guida dell’auto può diventare fonte di tensioni; per non parlare del lavoro, del terribile titolare, degli esami a scuola o degli esami in ospedale.
Proprio questi ultimi saranno il tema del presente lavoro.

Per il cervello umano pensare e immaginare una situazione o viverla realmente è la medesima cosa. Quindi la paura reale o immaginaria attiva nell’encefalo le aree corrispondenti all’attacco o alla fuga, con cascate ematiche di adrenalina, cortisolo, glucosio e ormoni vari, come l’antidiuretico Adh. Continue reading

Finestra di Overton - Effervescienza 114 dicembre 2018

Finestra di Overton

La cosiddetta “Finestra di Overton” (“The Overton Window”) è una vera e propria tecnologia di persuasione occulta delle masse. Stiamo parlando di “ingegneria sociale”, cioè di un modello di rappresentazione delle possibilità di cambiamenti nell’opinione pubblica.

Il nucleo centrale è il seguente: qualsiasi idea, anche la più incredibile e inaccettabile, per potersi sviluppare nella società ha una cosiddetta «finestra di opportunità», da qui il nome Finestra di Overton.

In questa finestra, un’idea può essere invisa, attaccata, derisa, discussa, per poi lentamente e paradossalmente andare a modificare la legge in suo favore. E’ solo questione di tempo.

Continue reading

Il lato oscuro dei tatuaggi effervescienza 113 novembre 2017

Il lato oscuro dei tatuaggi

Lo scopo del presente articolo è sensibilizzare, portando alla luce, i possibili rischi connessi ad una pratica estetica sempre più di moda: il tatuaggio. Rischi ovviamente proporzionati alla dimensione del disegno, ai colori utilizzati e alla qualità dei pigmenti iniettati. Avere un piccolo tatuaggio è una cosa, avere braccia e gambe completamente ricoperte è un’altra.

Ognuno usi il proprio corpo come meglio crede, ma è giusto sapere dei pericoli insiti in una tecnica oramai diffusissima, anche e soprattutto in vista di una gravidanza… Continue reading

thomas-sankara-el-che-guevara-nero-effervescienza112-ottobre2018

Thomas Sankara el Che Guevara nero

Ho voluto dedicare l’articolo di questo mese per ricordare la scomparsa di Thomas Isidore Noël Sankara avvenuta proprio il 15 ottobre del 1987.

Nonostante sia sconosciuto alla maggior parte delle persone, Sankara è stato un personaggio straordinario non solo per il continente africano, ma per l’intero pianeta…

Thomas è nato nel 1949 nell’ex colonia francese dell’Alto Volga. Suo padre era un militare che aveva servito l’esercito francese durante la seconda guerra mondiale, e proprio per questo motivo Thomas intraprese la carriera militare.

L’anno di svolta nella sua vita fu il 1976 quando venne assegnato al centro militare di Po dove ebbe inizio anche il suo percorso politico.

Quello che diventerà un vero e proprio leader, oltre ad addestrare i militari si preoccupava di formarli come cittadini in grado di impegnarsi a svolgere servizi di pubblica utilità come scavare pozzi, occuparsi del rimboschimento e altre mansioni che di bellico non avevano niente a che fare.
Continue reading

Vaccini l’esperimento ribelle di Leichester

Vaccini l’esperimento ribelle di Leichester

Era il marzo del 1885 e dopo un lungo rigido inverno la città manifatturiera di Leicester in Inghilterra si godeva una delle prime belle giornate di primavera.

A migliaia dalle zone limitrofe, dalle cittadine circostanti si sono riuniti in protesta contro ciò che sentivano come una legge ingiusta imposta dal loro governo britannico.

Sebbene la vaccinazione contro il vaiolo fosse in uso sin dal 1800, il governo non aveva introdotto alcun obbligo prima dei decreti del 1840 e del 1853.

La legge del 1853 mise in piedi l’apparato governativo per esigere che ogni bambino fosse vaccinato entro tre mesi dalla nascita. Attraverso una serie di leggi nel corso degli anni il governo britannico aveva, al tempo della protesta di Leicester, reso un crimine il rifiuto della vaccinazione antivaiolosa punibile con contravvenzioni o carcerazione. Continue reading

glaxo-e-i-padroni-del-mondo-effervescienza108-maggio-2018-sito

Glaxo e i padroni del mondo

Le origini della «Glaxo» e «Smith Kline»

La storia della Glaxo inizia nel lontanissimo 1715 quando Silvanus Bevan apre la farmacia Plough Court in centro a Londra.

In quel periodo gli «speziali», cioè gli antesignani dei farmacisti, erano i più comuni medici che offrivano consulenze e vendevano prodotti medicinali, saponi, olio di fegato di merluzzo, ecc.

Continue reading