Archivi tag: OMS

Batteri resistenti Dalla natura la soluzione

Batteri resistenti … dalla natura la soluzione

Il mondo sanitario è nel panico più totale: un gravissimo problema si sta facendo sempre più presente e pressante.

Non mi riferisco al virus del morbillo che può preoccupare solo un povero cervello eterodiretto di un ministro della salute, messo al ministero dai poteri forti, ma della resistenza agli antibiotici.

Tale resistenza «è salita a livelli pericolosamente elevati in tutte le parti del mondo e minaccia la nostra capacità di trattare comuni malattie infettive». Questa pesante denuncia è stata lanciata in occasione della Settimana mondiale di sensibilizzazione agli antibiotici dalla FAO, l’Organizzazione Mondiale per la Salute Animale (OIE) e l’OMS.

Continue reading

Aviaria e altre storie

Esperti a libro paga per creare il business dei farmaci. Rischio Ogm se l’Europa non rivede i trattati. Ex ministro francese contro il libero scambio. La morale è la stessa: siamo uno Stato senza sovranità

Bei tempi, quando lo Stato era sovrano. Leggi, regolamenti, moneta, tutto era deciso dai rappresentanti della nazione, e dunque dal popolo stesso. E adesso? Al contrario: decidono tutto da un’altra parte: Bruxelles, Washington, o una delle tante cattedrali delle organizzazioni mondiali dove pullulano i lobbisti di ogni genere e grado. Succede così per la maggior parte delle nostre leggi e dei nostri regolamenti; per le linee guida in fatto di salute, agricoltura, economia, eccetera; persino per l’euro che paghiamo profumatamente (e a condizioni loro) solo perché ce lo diano in prestito. Impossibile non accorgersene, a meno che non si sia orbi o non si abbia pure noi le mani in pasta. Da questo punto di vista il mese di aprile ha già prodotto tre ulteriori e illuminanti esempi, che non arrivano dai soliti canali disinformativi, bensì da quelli ufficiali che più ufficiali non si può: dunque eccoci qua a spiattellarveli. 

Continue reading

Sui suicidi statistiche sottostimate

Lo ammette anche l’ISTAT. L’OCSE nega ogni relazione con la crisi economica. ma i suoi dati traballano mentre l’OMS suona già l’allarme: “E’ emergenza sociale”. 

Prima, i soldi. Poi, tutto quanto il resto. Fedele alla sua natura, che è una natura squisitamente economica (e cos’altro dovrebbe essere un’organizzazione che raduna i 34 paesi più sviluppati del pianeta?), poteva forse l’OCSE  non diciamo suonare l’allarme, ma mostrare un minimo di sensibilità verso il problema dei suicidi da crisi economica? Eh sì, col cavolo. Come il lettore avrà capito dal precedente articolo  sulla “salute a colpo d’occhio” – parliamo del suo rapporto “Health a glance” 2013, titolo già di per sé significativo quanto a competenza e approfondimento – all’OCSE che la gente si ammazzi non importa un fico secco, anzi no: importa tantissimo. Nel senso però che non vogliono lo si dica troppo forte in giro. Sai mai che qualcuno scrosti la facciata del dogma produttivo, e capisca quanto di malato c’è nel retrobottega dello “sviluppo” economico. Non disturbare il manovratore. Ecco, questo e null’altro sta a cuore ai signori di Parigi.

Continue reading