Archivi categoria: Informazione

Nascita della Dittatura medica - Effervescienza dicembre 2017

Nascita della Dittatura medica

«Chi controlla il passato, controlla il futuro.
Chi controlla il presente controlla il passato».

George Orwell

Questa memorabile frase che il grande George Orwell scrisse nel suo romanzo capolavoro «1984» è verità assoluta. Il Sistema che controlla l’attuale presente manipola il passato perché ha il potere di gestire tutte le informazioni e la storia che arrivano a noi.

Proprio quello che è avvenuto all’origine storica della medicina.

Continue reading

Effervescienza maggio 2017 - Fake news

Fake News – La censura perfetta!

Da almeno 15 anni la mannaia della censura viene ogni tanto tirata fuori dai vari governi e fatta oscillare nell’aria. Il tutto senza apparenti risultati.

Oggi purtroppo la sensazione è che le cose stiano cambiando e accelerando.

Poche settimane fà una proposta in Senato farebbe concretizzare il più grande timore per i diritti e le libertà: il Grande Fratello di stampo orwelliano.

Prima però è bene sapere che la Commissione Europea – lo strumento nelle mani dei potentati economici internazionali – è stato il primo organismo a incitare alla “lotta contro le fake news”, cioè contro le notizie false.

Il tutto è iniziato con la guerra contro l’incitamento all’odio su internet sfociata successivamente nel maggio 2016 in un codice di condotta concordato fra la Commissione e le grandi società mediatiche tipo Youtube e Twitter. Questo era solo l’inizio…

Continue reading

Copertina Effervescienza ottobre 2016

Il dragone di luce

Se l’essere umano arriva alla cosciente e vitale realizzazione delle immense forze spirituali che risiedono in lui e comincia a utilizzare queste forze nella scienza, negli affari e nella vita, il suo progresso futuro diventerà incomparabile.

Io sento di avere questa grande forza creativa e spirituale in me, più grande della fede, più grande dell’ambizione, più grande della fiducia, più grande della determinazione, più grande della visione. E’ tutto questo insieme. Il mio cervello è magnetizzato da questa forza enorme che tengo in mano.

Aveva le idee chiarissime fin da piccolo. Addirittura le sue capacità mentali, più uniche che rare, gli permettevano di proiettarsi nel futuro: proprio ora, riesco a proiettare i miei pensieri nel futuro e a vedere davanti a me. Visioni chiare del futuro che ancora non esiste…

Sembrerà impossibile ma stiamo parlando di Bruce Lee, noto al mondo intero come artista marziale, attore, produttore e regista, ma totalmente sconosciuto come scrittore, poeta, scienziato (dei processi fisici e mentali) e addirittura filosofo!

Questo articolo vuole colmare tale lacuna portando un po’ di luce sulla sua filosofia di vita. Continue reading

Medicine letali effervescienza n.89

Medicine letali & Crimine organizzato

Le aziende farmaceutiche non meritano più la nostra fiducia
per la loro arroganza e per il loro palese disinteresse
per la salute della popolazione”

Drummond Rennie, vicepresidente del JAMA

L’ultimo libro del dottor Peter C. Gøtzsche, “Medicine letali e crimine organizzato” è inquietante.

Se non fosse stato scritto da uno scienziato di fama internazionale il cui curriculum professionale è inossidabile verrebbe da non crederci.

Continue reading

logos-stop-ttip

Copertina di settembre Stop TTIP

Il progetto copertina di settembre Stop TTIP nasce dal Coordinamento Zero OGM di Padova. L’idea è quella di coinvolegere quante più possibili riviste cartacee, digitali, siti web, newsletter e social chiedendo loro di pubblicare un banner in copertina ed un breve articolo all’interno per invitare i lettori ad andare a firmare la petizione contro il TTIP e partecipare alle manifestazioni che si terranno in tutta Europa e America dal 10 al 16 ottobre 2015.

Di seguito trovate l’articolo per esteso e i link alle pagine del progetto.

Cos’è il TTIP
Il TTIP è un trattato di liberalizzazione commerciale transatlantico con l’intento dichiarato di abbattere dazi e barriere non tariffarie tra Europa e Stati Uniti per la gran parte dei settori economici, rendendo il commercio più fluido tra le due sponde dell’oceano.
Un trattato molto delicato, negoziato in segreto tra Commissione UE e Governo USA fino alla fine del 2014 quando la società civile ha richiesto sempre più trasparenza, che vuole costruire un mercato unico tra Europa e Stati Uniti le cui regole, caratteristiche e priorità attualmente determinate dai nostri Governi e sistemi democratici, verranno fortemente condizionate da organismi tecnici sovranazionali a partire dalle esigenze dei grandi gruppi transnazionali.
Continue reading

Ciao Furio

Domenica notte , all’ospedale di Monselice (PD), Furio Stella ha deciso di varcare la soglia prima di tutti noi. Un amico, un grande uomo e intrepido Giornalista (35 anni di calcio e non solo…).

Un vero e proprio libero pensatore.

Fondatore dell’edizione italiana di Nexus, e ideatore, assieme allo scrivente, di EfferveScienza, l’inserto mensile della rivista Biolcalenda.

Lo ha sempre fatto in vita e non poteva certo smentirsi all’ultimo momento. Furio infatti ha sempre primeggiato: per lui c’era solo il podio oppure niente!

Anche in questo caso ha voluto tastare il terreno dell’aldilà per primo, e questo solamente per avere l’esclusiva e vantarsi nei confronti di noi poveri umani rimasti ancora quaggiù legati al mondo materiale. Continue reading

Aviaria e altre storie

Esperti a libro paga per creare il business dei farmaci. Rischio Ogm se l’Europa non rivede i trattati. Ex ministro francese contro il libero scambio. La morale è la stessa: siamo uno Stato senza sovranità

Bei tempi, quando lo Stato era sovrano. Leggi, regolamenti, moneta, tutto era deciso dai rappresentanti della nazione, e dunque dal popolo stesso. E adesso? Al contrario: decidono tutto da un’altra parte: Bruxelles, Washington, o una delle tante cattedrali delle organizzazioni mondiali dove pullulano i lobbisti di ogni genere e grado. Succede così per la maggior parte delle nostre leggi e dei nostri regolamenti; per le linee guida in fatto di salute, agricoltura, economia, eccetera; persino per l’euro che paghiamo profumatamente (e a condizioni loro) solo perché ce lo diano in prestito. Impossibile non accorgersene, a meno che non si sia orbi o non si abbia pure noi le mani in pasta. Da questo punto di vista il mese di aprile ha già prodotto tre ulteriori e illuminanti esempi, che non arrivano dai soliti canali disinformativi, bensì da quelli ufficiali che più ufficiali non si può: dunque eccoci qua a spiattellarveli. 

Continue reading

Sull’ignoranza degli italiani

Il 54,7% di noi non legge neanche un libro all’anno. Come fonte di informazione quattro su cinque scelgono i Tg. E nell’uso di internet siamo agli ultimi posti in Europa   

Che c’è di vero nel fatto che noi italiani siamo un popolo di ignorantoni? Be’, qualcosa c’è, visto che a dipingerci così non sono i giornali di mezza Europa ma purtroppo le nostre stesse statistiche. L’ultima riguarda la percentuale di ragazzi che lasciano la scuola prima di finirla: un 17,5 per cento, praticamente uno su cinque,  che al Sud diventa addirittura il 22,3. E che, paragonato al 14,1 della media europea (ma la Germania è al 10,5 e la Francia all’11,6)  mette l’Italia all’ultimo posto nella classifica dei Paesi Ue.

Continue reading

Ma i loro giornali li pagheremo ancora

“Basta finanziamenti pubblici ai partiti”, annuncia Letta. Ma dall’Unità alla Padania i contributi all’editoria politica non si toccano: solo nell’ultimo anno elargiti 17,9 milioni, anche a chi non vende manco una copia!

Basta soldi pubblici ai partiti. L’ha detto il governo Letta, e tanto basta. Ma se qualcuno pensa davvero che la magneria sia finita, si sbaglia. Non solo per i meccanismi del finanziamento, tutt’altro che chiari, ma soprattutto per il sommerso che si nasconde tra le sue pieghe. Piglia per esempio i giornali di partito, quelli che s’imbertano ogni anno un bella pacca di milioni pubblici, cioè delle nostre tasche: uno dice, be’, chiuderanno i bocchettoni dei finanziamenti anche a quelli, no? E invece manco per il cavolo. Non c’è nessun provvedimento governativo in tal senso. Lì sono e lì restano.

Continue reading

Diamo una mano a Stampa Libera

Il sito di informazione lancia un appello. Complotto bancario, sovranità nazionale, interessi delle multinazionali, scienza non omologata e molto d’altro: ogni giorno una panoramica di articoli che difficilmente riuscirete a procurarvi altrove

Oggi vogliamo parlarvi di Stampa Libera (www.stampalibera.com). E’ il sito che fornisce ogni giorno una panoramica di articoli – alcuni autoprodotti dalla redazione, alcuni presi da altre fonti – che difficilmente riuscirete a procurarvi altrove e men che meno se la vostra informazione, come succede per l’80,9% degli italiani (dati  Censis), vi arriva dai telegiornali ufficiali o dai cosiddetti media mainstream.

Continue reading